Sicurezza Alimentare HACCP Sicurezza Alimentare HACCP

Piano di Autocontrollo - HACCP

Definizione

L'acronimo HACCP deriva da Hazard Analysis Critical Control Point (Punti critici di controllo dell'analisi dei rischi) e indica un metodo di autocontrollo igienico / sanitario che ogni operatore nel settore della produzione e della manipolazione di alimenti deve attuare, con lo scopo di valutare pericoli e rischi, e in base a questi stabilire misure di controllo per tutelare la salute del consumatore.

Il Sistema di Autocontrollo è incentrato sull'attuazione di misure preventive, valutando in ogni fase della produzione e/o della manipolazione i rischi che possono pregiudicare la conformità degli alimenti, riperquotendosi sulla salute del consumatore finale.
Il monitoraggio e la registrazione di tutti i fattori che possono concorrere al "rischio" permettono di individuare i comportamenti ottimali al fine di una valida prevenzione.
L'elaborazione di un piano HACCP si basa su 7 principi:
  • Individuazione e analisi dei pericoli
  • Individuazione dei CCP (punti critici di controllo)
  • Definizione dei Limiti Critici
  • Definizione delle procedure di monitoraggio
  • Definizione e pianificazione delle azioni correttive
  • Definizione delle procedure di verifica
  • Definizione delle procedure di registrazione

Il Manuale di Autocontrollo

E' uno specifico documento aziendale atto ad implementare il sistema di autocontrollo / HACCP; questo documento (ed i suoi allegati) descrive l'azienda e contiene le procedure da applicarsi per la gestione degli alimenti (ricevimento e stoccaggio, lavorazione, produzione e trasformazione, somministrazione).

Cosa proponiamo in ambito HACCP

Safety Quality si occupa della realizzazione delle procedure, della stesura del Manuale di Autocontrollo e dell'assistenza per l'implementazione del piano di autocontrollo / HACCP.
Un altro servizio proposto in questo ambito è la Formazione del personale addetto alla manipolazione di alimenti.